Home Interviste Cripto Expert Bitcoin Ban In Cina: Come Sono Andate Le Cose

Bitcoin Ban In Cina: Come Sono Andate Le Cose

SHARE
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Bitcoin Ban

Il 22 settembre, diverse agenzie di stampa ha riferito che i regolatori cinesi non solo hanno vietato lo scambio tra Bitcoin e altre criptovalute e Yuan cinesi, ma hanno anche chiesto che tutti gli scambi di criptovalute siano finiti con qualsiasi moneta legale. Ciò significa che è stato imposto il Bitcoin Ban, e tutti gli scambi sono stati effettivamente vietati.

Shanghai va oltre

Le autorità di regolamentazione a Shanghai hanno chiesto ai gestori degli organi che gestiscono gli scambi di restare a Shanghai per cooperare.

Precedentemente, i regolatori di Pechino non avevano ancora chiesto di fermare i negoziati in tutte le monete legali. Il 15 settembre sia OKCoin che HuoBi hanno annunciato che tutti i trading di criptovalute in yuan cinese si concluderanno. Il giorno dopo, entrambi i trader hanno modificato rispettivamente i loro annunci per includere un piano per porre fine a tutte le attività di scambio di criptovalute.

La ragione principale per il Bitcoin Ban, come le autorità dicono al pubblico, è dovuto al fatto che il prezzo di Bitcoin fluttua notevolmente, è rischioso e può essere un modo per svolgere attività criminali. Inoltre, le piattaforme di trading di Bitcoin non dispongono di un sistema normativo qualificato e non forniscono una protezione sufficiente agli investitori.

Come E’ Stata Presa La Decisione Drastica Del Bitcoin Ban?

Nel mese di maggio di quest’anno PBOC ha organizzato i colloqui con i tre più grandi trader di criptovaluta.

Hanno permesso ai trader di Bitcoin di gestire autonomamente i problemi relativi ai possibili sviluppi, quindi le attività di pulizia in seguito al Bitcoin Ban sono state eseguite in modo autonomo. Successivamente, sono stati incaricati di imporre commissioni sul cambio, di prevenire attività speculative, di smettere di finanziare i servizi, di attuare politiche rigorose di Know-Your-Customers (KYC), di adottare misure per prevenire il riciclaggio di denaro e di riferire al dipartimento di regolamentazione in modo tempestivo.

Nel settembre di quest’anno, i regolatori hanno messo in atto il Bitcoin Ban e chiesto di porre fine a tutte le forme di negoziazione di valuta digitale. Dovranno anche essere restituiti i fondi ai clienti in conti che possono essere controllati.

Dovrebbe quindi essere istituito un meccanismo di controllo per verificare ogni account per evitare deviazioni o appropriazione indebita di fondi criptomonetari. Tutti i trader di Bitcoin sono stati istruiti per arrestare la registrazione di nuovi conti, per abbassare il numero degli investitori e per agevolare la propria uscita dal mercato del trading.

Dopo Il Bitcoin Ban: Controllo Rigoroso

Quando si chiede la situazione relativa all’ICO, una fonte tra le commissioni regolatrici ha spiegato:

“Se uno scopo dell’ICO è quello di raccogliere fondi, sarà meglio che i fondi siano restituiti agli investitori e il caso è chiuso. Ma se l’ICO è stato utilizzato come un mezzo per il riciclaggio di denaro, allora dovrebbe essere trattato di conseguenza.”

Quando viene chiesto come il rimborso dei fondi dell’ICO sarà trattato, l’insider spiega che le piattaforme e gli investitori dovranno giungere ad un accordo. La responsabilità del governo è di sollecitare e controllare il ritorno del capitale e proteggere i diritti di gli investitori.

“Per alcuni progetti, ci sono disaccordi tra le piattaforme di trading e gli investitori. Ad esempio, alcuni tokens erano già in commercio e i prezzi erano aumentati da 1,5 centesimi a 5 centesimi. ma quanto dovrebbe essere restituito agli investitori non è stato ancora deciso dal governo. Se le parti non arrivassero ad un accordo, dovrebbero prendere l’approccio giuridico per risolvere il caso.»

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.