Home Blockchain Criptovaluta Tether – Bitmex Afferma che Non si Tratta di Schema Ponzi

Criptovaluta Tether – Bitmex Afferma che Non si Tratta di Schema Ponzi

SHARE
Criptovaluta Tether
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Il 19 febbraio, Bitmex Research ha rilasciato un report approfondito sulla criptovaluta Tether. In questo vengono spiegati i motivi per cui Tether è, forse, supportato da sufficienti riserve fiat. Vengono anche elencati problemi con gli organismi di regolamentazione che Tether probabilmente incontrerá in futuro.

Bitmex e la criptovaluta Tether

A causa del numero insufficiente di audit bancari rilasciati pubblicamente, circolano voci negative su Tether. Secondo queste, Tether non disporrebbe di riserve sufficienti per riscattare tutti i token con dollari statunitensi se dovesse sorgerne la necessitá.

Il report di Bitmex tenta di sminuire queste voci. In una sezione intitolata “La mancanza di trasparenza potrebbe non indicare la frode” viene mostrata una possibile correlazione tra Tether e le International Financial Entities (IFE) a Puerto Rico.

Secondo Bitmex, la Noble Bank di Puerto Rico potrebbe detenere le riserve di tesoreria di Tether. Tuttavia, non vi sono certezze al riguardo.

Il report fa anche riferimento all’attacco del novembre 2017 di circa $31 milioni da Tether. Questo ha portato l’azienda a chiedere agli utenti di aggiornare il loro software per avviare un hard fork e congelare i fondi rubati.

Il rapporto di Bitmex scrive che questo “ha dimostrato che Tether ha effettivamente il pieno controllo del libro mastro. Ha infatti la possibilitá di avviare un hard fork a volontá e invertire qualsiasi transazione“.

Il report quindi mette in discussione il motivo per cui Tether “si proccupa di spostare il database sulle blockchain di Bitcoin ed Ethereum“. Secondo Bitmex, infatti, sarebbe piú economico per Tether non pagare le tasse sui minatori e creare il proprio database pubblico.

Il report fa anche riferimento al rapporto tra Bitfinex e Tether. Il coinvolgimento tra le due aziende è stato pubblicamente messo in discussione dai critici. L’accordo è stato visto come sospettoso a causa del fatto che nessun audit di terze parti è stato rilasciato da Tether.

Bitmex scrive che questa relazione era in realtá relativamente pubblica ancor prima della pubblicazione sulla pagina “Chi siamo” di Tether.

Bitmex conclude il report con due possibilitá per Tether:

1. Riformare il sistema per includere le procedure KYC/AML. Queste consentono all’operatore di bloccare facilmente le transazioni o i fondi. Per fare ció, […] Tether si trasformerebbe in una banca tradizionale (o di riserva totale).

2. Continuare cosí com’è e rischiare di essere chiuso dalle autoritá ad un certo punto“.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.