Home Interviste Cripto Expert Il Giappone Diventa Il Più Grande Mercato Di Scambio Bitcoin Al...

Il Giappone Diventa Il Più Grande Mercato Di Scambio Bitcoin Al Mondo

SHARE
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Il Giappone è ancora una volta diventato il più grande mercato di trading di Bitcoin con una quota di mercato del 50,75% del mercato globale. Gli analisti hanno attribuito l’aumento del volume di trading del mercato giapponese all’uscita dei commercianti di Bitcoin dalla Cina.

All’inizio di questa settimana, il governo cinese, le autorità locali e le autorità di regolamentazione finanziaria hanno chiesto ufficialmente alle piattaforme commerciali di Bitcoin cinesi di fermare i loro servizi entro la fine di settembre. Ad OKCoin e Huobi, i due maggiori traders di Bitcoin in Cina, è stato concesso un margine di manovra per operare fino al 30 ottobre, considerando che non sono stati coinvolti in alcuna offerta initial coin offerings (ICOs) in passato.

Ma sembra che i commercianti non abbiano alcuna possibilità di ripensamento con il governo cinese. Il volume di trading quotidiano del mercato di Bitcoin cinese si è dimezzato in un periodo di tre giorni, dal 15% a ​​meno del sette per cento.

Secondo diversi fornitori di dati di mercato di Bitcoin attendibili come CryptoCompare, la Cina rappresenta solo il 6,4% dei commerci di Bitcoin globali al momento della segnalazione.

I Vantaggi Del Mercato Statunitense

Il mercato dei trading statunitensi ha sempre confermato la propria supremazia a livello mondiale.

Quasi immediatamente dopo l’annuncio cinese, i tre maggiori traders del paese, BTCC, Huobi e OKCoin, si sono trasferiti al mercato giapponese. La brusca migrazione dei commercianti ha portato un forte impatto a breve termine sul volume di trading del Giappone, consentendo al mercato di superare gli Stati Uniti per oltre il 20% nella quota globale di scambio di Bitcoin.

Analisti ed esperti di rilievo, tra cui il creatore Charlie Lee e l’investitore miliardario Tim Draper, hanno espresso il loro ottimismo verso l’arresto del mercato cinese di criptovalute. Lee ha sottolineato che il governo cinese non potrà più manipolare il mercato come aveva fatto nel 2013.

“Questa è una buona cosa. La Cina non può più giocare con i mercati mettendo al bando Bitcoin. La criptovaluta non può essere uccisa da nessun paese. Una soluzione agli scambi centralizzati sono gli scambi decentralizzati.”

– Charlie Lee

Stabilizzazione Del Mercato

L’uscita del mercato cinese dal mercato di trading di Bitcoin dovrebbe solo avere interessato circa il 10-15% del mercato globale. Tuttavia, gli speculatori e gli operatori impazienti hanno cominciato a vendere, provocando una grande variazione del prezzo della criptovaluta.

Nelle prossime settimane i commercianti si sposteranno dal mercato cinese a quello della Corea del Sud e del Giappone. Questi due mercati hanno sviluppato normative più importanti per gli scambi e gli utenti di cryptocurrency.

La chiusura del mercato cinese di scambio Bitcoin potrebbe quindi essere un altro passo verso la stabilizzazione del mercato globale della criptovaluta.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.